novembre 2014
OTTOBRE 2014
SETTEMBRE 2014
LUGLIO
giugno
MAGGIO
APRILE
MARZO 2014
FEBBRAIO 2014
GENNAIO 2014
DICEMBRE 2013
NOVEMBRE 2013
OTTOBRE 2013
SETTEMBRE 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
MAGGIO 2012
APRILE 2012
MARZO 2012
FEBBRAIO 2012
GENNAIO 2012
DICEMBRE 2011
NOVEMBRE 2011

h 17:30  -  Workshop Time

SEMINARIO DI BALLO, ANTROPOLOGIA, TRADIZIONI POPOLARI E TAMMURRIATA

A cura di Fabio Birotti, etno-antropologo

L’obiettivo del seminario di antropologia, storia delle tradizioni popolari e tammurriata è approfondire alcune peculiarità del patrimonio demo-etno-antropologico ancora oggi attivo in Campania: la tammurriata “agro-nocerino sarnese” o prettamente campana e post-moderna con le sue variegate sfaccettature e forme coreutiche ad essa connessa.
Il seminario deve essere concepito come luogo di conoscenza e apprendimento collettivo, come percorso culturale entro le tradizioni e danze popolari di una particolare area geografica del Sud Italia, entro il loro significato e loro consecutive trasformazioni; dentro la tammurriata e il suo significato più atavico e funzionale.
Fabio Birotti, Etno-Antropologo, dal 1997 ha compiuto ricerche sistematiche sul campo in Campania ed in parte nella Basilicata, in Puglia, basso Lazio e Marche. Dal 2009 diventa Cultore della Materia in Antropologia Culturale e Demologia presso l’Università degli studi di Napoli Suor Orsola Benincasa. Dal 2006 al 2012 è stato collaboratore/assistente del professore Vincenzo Spera (Ordinario Università del Molise) e ha svolto attività di ricerca presso la cattedra di Storia delle Tradizioni Popolari. Ha collaborato con la Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio della regione Lazio.

h 22:00  -  Concerto

RARECA ANTICA CANZONIERE VESUVIANO

Dario Mogavero | voce, tammorre, tamburelli
Raffaele De Luca Picione | organetti a 8, 12 e 18 bassi
Peppe Copia | chitarra battente, chitarra classica, cori
Alfonso Forlenza | clarinetto,flauti di canna,ciaramella, zampogna
Fabio Birotti | Ballo

Rareca Antca è una formazione composta dal canto (Dario Mogavero è riconosciuto come una delle voci più suggestive, limpide e forti della zona vesuviana), tammorra/tamburello (tipiche percussioni del sud Italia), dalla chitarra classica e chitarra battente (strumento di liuteria, emblema delle serenate e delle tarantelle nel Sud Italia), dai fiati (zampogna, ciaramella, clarinetto, flauti dolci e ocarina ), dal violino, dagli organetti (sia modelli tradizionali che modelli sperimentali e innovativi appositamente costruiti) e dal ballo.
Il repertorio è costituito essenzialmente da due aree: l’area di origine del gruppo, vesuviana e campana e un’area più vasta del Sud Italia. Il repertorio è il risultato di una ricerca di canti, musiche e stili vocali tradizionali. Ne fanno parte anche canti di lavoro e religiosi rigorosamente tradizionali e parte importante della tradizione devozionale.
Molti dei brani sono noti, ma diversi sono quelli inediti al grande pubblico, frutto del lavoro di riscoperta della tradizione. Interessante ricordare alcuni eventi nei quali il gruppo si è esibito: Manifestazione internazionale della Maratona a Roma, schermi di RAISAT (con diretta in mondovisione durante la messa del Papa), Carpino Folk Festival (punto di riferimento per tutta la musica tradizionale italiana) e l’Ariano Folk Festival, Capodanze Festival a Sant’Agata di Puglia, Zingaria Festival, Rassegna del Carnevale di Montemarano 2010, Festival Internazionale della Zampogna di Scapoli nel 2010, Satriantella Festival 2010 (CZ), Montenegro, Spagna, Germania, etc. Il gruppo ha registrato il suo primo lavoro discografico “JE CCA ME METT’ E CCA’ VOGGLIE CANTA’”, raccolta di canti e musiche tradizionali dell’area vesuviana e attualmente sta lavorando al nuovo lavoro discografico.

Previous postARTIMULTIPLEINDISCIPLINATE Next postMI SONO ROTTO IL KARMA - Simone Carta