novembre 2014
OTTOBRE 2014
SETTEMBRE 2014
LUGLIO
giugno
MAGGIO
APRILE
MARZO 2014
FEBBRAIO 2014
GENNAIO 2014
DICEMBRE 2013
NOVEMBRE 2013
OTTOBRE 2013
SETTEMBRE 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
MAGGIO 2012
APRILE 2012
MARZO 2012
FEBBRAIO 2012
GENNAIO 2012
DICEMBRE 2011
NOVEMBRE 2011

h 21:30 Danza
Gaia Scuderi e Martina Filippi presentano:

PROFUMO D’ORIENTE

Saggio spettacolo che coinvolgerà oltre le loro allieve, le partecipanti ai corsi di danza orientale, fusion, espressiva araba ® di Eleonora Sampaolesi, Chiara Viviani, Francesca Tompetrini, Olivia Risi.
All’interno della serata si esibiranno sia gli allievi che gli insegnanti stessi coinvolgendo il pubblico in un crescendo di energia, colori e atmosfere orientali.

Gaia Scuderi, danzatrice e coreografa, inizia lo studio della danza nel 1981 seguendo corsi di danza classica, contemporanea e Graham presso la scuola Daria Collins. Parallelamente completa la sua formazione artistica studiando canto lirico, pianoforte e solfeggio presso la Scuola “Vito Frazzi”. Dal 1990 con il “Teatro dell’Arcano” di Kassim Bayathly e Roberta Bongini si occupa di danza araba e continua parallelamente a perfezionarsi in classico, moderno e flamenco, con Angela Mugnai, Daniel Tinazzi, Rosanna Brocanello, Claudio Iavarone, creando un suo stile personalizzato. Viene considerata dalla critica una delle migliori soliste in Europa.

Martina Filippi, laureata in Archeologia Medievale, conosce il mondo della danza del ventre da piccolissima, durante uno spettacolo di danza del ventre con la spada, dove scopre di avere una predisposizione naturale al “belly roll” (onda della pancia). Comincia lo studio della danza mediorientale, frequentando veri e propri corsi, studiando lo stile Cabaret Bellydance e si appassiona alle danze con gli accessori quali il velo, i cimbali, la spada, le candele e le ali di Iside. Durante questi anni di studio, ricerche, confronti ed esibizioni cerca di dare una chiave personale allo stile, utilizzando anche musiche che si distaccano da quelle normalmente proposte nelle esibizioni in stile arabo-orientale. L’incontro con lo stile Tribal Fusion e Gothic Bellydance avviene quasi naturalmente, influenzata dalla musica Dark, Elettronica e Goth.

Previous postOLTRE IL PERDONO Next postV-Ray VR Evening at VIBEARCH