novembre 2014
OTTOBRE 2014
SETTEMBRE 2014
LUGLIO
giugno
MAGGIO
APRILE
MARZO 2014
FEBBRAIO 2014
GENNAIO 2014
DICEMBRE 2013
NOVEMBRE 2013
OTTOBRE 2013
SETTEMBRE 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
MAGGIO 2012
APRILE 2012
MARZO 2012
FEBBRAIO 2012
GENNAIO 2012
DICEMBRE 2011
NOVEMBRE 2011

h 21:30 Teatro
Ciurma Storta Teatro Estate Fiorentina presenta

UNA NUOVA ODISSEA

Liberamente tratto dall’opera di Omero. Regia ed adattamento teatrale di Stefano Luci, con i richiedenti asilo ospitati presso le strutture della COOP22 di Prato.
Una rappresentazione toccante che ti impone il continuo parallelo tra Ulisse e gli attori, tra la storia di Omero e le scene, tra gli oggetti di allora ed il salvagente sempre in scena. Un parallelo che ti fa riflettere e che ti impone una sola scelta: l’umanità.
Arrivano dal Mali, dal Gambia, dalla Nigeria, dal Senegal. Sono dodici. Sono i profughi di “Una nuova Odissea” e gli interpreti di questa versione teatrale curata da Stefano Luci. Trasposizione moderna del capolavori di Omero, la messinscena racconta la tragica realtà dei flussi migratori attraverso il Mediterraneo.
Stefano Luci
Regista, attore e educatore fiorentino. Si è perfezionato nelle tecniche di narrazione, affabulazione e Commedia dell’Arte con Marco Baliani; attore di Marco Baliani dal 2000 al 2003, ETI/Porti del Mediterraneo, Stabile dell’Umbria, spettacolo: “Sakrifice”. Teatri circuito spettacolo La Pergola di Firenze, Valle di Roma, Morlacchi di Perugia, Monnot di Beirout, Teatro Nazionale de Il Cairo, Marsiglia Stabile, Teatro Duse di Bologna, Rossetti di Trieste, Politema di Lecce, Teatro Nazionale di Tirana etc.
Laureando in storia moderna e medievale presso l’università “La Sapienza” di Roma, dal 2015 è educatore culturale presso la Fondazione Opera Santa Rita (Coop22), Comune di Prato, dove si occupa di integrazione, traduzioni, screening delle memorie, insegnamento della  lingua italiana e attività teatrali per i profughi e rifugiati politici con permesso di soggiorno.

Previous postJUST LUST Next postMELTING POINT - Baret Magarian