novembre 2014
OTTOBRE 2014
SETTEMBRE 2014
LUGLIO
giugno
MAGGIO
APRILE
MARZO 2014
FEBBRAIO 2014
GENNAIO 2014
DICEMBRE 2013
NOVEMBRE 2013
OTTOBRE 2013
SETTEMBRE 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
MAGGIO 2012
APRILE 2012
MARZO 2012
FEBBRAIO 2012
GENNAIO 2012
DICEMBRE 2011
NOVEMBRE 2011

h 22:30 Concerto

SOUNDABOUT

Angelo Teardo | voce e drum machine
Francesco Cipriani | chitarra e suoni
Gionni Dall’Orto | tastiera e chitarra classica

Trio fiorentino caratterizzato da un sound molto originale in bilico tra Ambient, elettronica e Rock-Psichedelico. Hanno debuttato con un album autoprodotto: Polvo, vip clochard/audioglobe nel 2001. Nel tempo si è creata una leggenda, perché la band ha affinato una propria “filosofia”: il pensiero (e la pratica) “no-output”, cioè non hanno più un loro sito internet, né un video e sono assenti dai social. Atmosfere cinematografiche, testi taglienti, frammentari. Riferimenti fuorvianti da Hendrix a Schumann a Arnaldo Antunes. La loro musica infatti assorbe da molti generi ma rimane coerente nella sua veste minimale, fatta di pochi strumenti: la voce e la drum machine di Angelo Teardo, la chitarra e i suoni di Francesco Cipriani e il basso, la tastiera e la chitarra classica di Gionni Dall’Orto. Nei loro concerti c’è un 20% di improvvisazione e 80% di canzoni originali in italiano, eccetto qualche cover. I brani si fondono, il suono e magmatico a partire dal canto, ma una crescente tensione emotiva, si espande e brucia per tutta la performance.

 

Previous postNATURAL MYSTIC Bob Marley tribute Next postUN TÈ CON I FOTOGRAFI: MICHELE BORZONI, NEW DOCUMENTARY PHOTOGRAPHY