novembre 2014
OTTOBRE 2014
SETTEMBRE 2014
LUGLIO
giugno
MAGGIO
APRILE
MARZO 2014
FEBBRAIO 2014
GENNAIO 2014
DICEMBRE 2013
NOVEMBRE 2013
OTTOBRE 2013
SETTEMBRE 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
MAGGIO 2012
APRILE 2012
MARZO 2012
FEBBRAIO 2012
GENNAIO 2012
DICEMBRE 2011
NOVEMBRE 2011

h 17:00 Incontro & Dibattito

UN TÈ CON I FOTOGRAFI

Un progetto Deaphoto in collaborazione con il Caffè Letterario delle Murate a cura di Sandro Bini e Giovanni de Leo.

MICHELE BORZONI, NEW DOCUMENTARY PHOTOGRAPHY

Con Michele Borzoni fotografo professionista, membro del Collettivo Terra Project, impegnato da anni in reportage fotografici a medio e lungo termine su questioni ambientali, religiose e geopolitiche, dialogheremo sulla progettualità della nuova fotografia documentaria. Quali approcci, quali obbiettivi e quali le forme di finanziamento e di comunicazione sociale.

Michele Borzoni è nato nel 1979 a Firenze, in Italia. Si è laureato nel 2006 al Centro Internazionale di Fotografia nel programma di fotografia documentaria e fotogiornalismo a New York. Nel 2006 ha frequentato l’Eddie Adams Workshop, Barnstorm XIX. Il suo lavoro è stato premiato con il Primo Premio Yann Geffroy Award 2007 con la sua opera “Srebrenica, lotta per la giustizia”, la borsa di studio del New York Times per gli studenti dell’ICP e nel 2009 ha ricevuto la borsa di studio Tierney. È uno dei fondatori del collettivo TerraProject Photographers con cui lavora dal 2006. Nel 2010 ha ricevuto il primo premio nella categoria People in News Singles del World Press Photo Award e nel 2012 è stato selezionato da Photo District News come uno dei PDN “30 fotografi nuovi ed emergenti da guardare”. Dal 2006 collabora con riviste italiane e internazionali tra cui Time, International Herald Tribune, Newsweek, M Magazine, D, Vanity Fair, Elle, Io Donna, Marie Clair France, Internazionale, L’Espresso, Financial Times Magazine, Monocle, Geo e altri.

 

Previous postSOUNDABOUT Next postI' CINEMINO: QUINTET