copertina1
novembre 2014
DICEMBRE 2013
NOVEMBRE 2013
Dicembre 2012
novembre 2012
DICEMBRE 2011
NOVEMBRE 2011

h 21:30 Teatro

NON SOLO FILTRI D’AMORE. POZIONI, VELENI, STREGONERIE NEI CLASSICI DELLA LETTERATURA

Di e con “I Nuovi del Niccolini”, gruppo di giovani attori diplomati presso la scuola di formazione per attori “Orazio Costa”

Lo spettacolo prevede una canzone di apertura, una serie di letture intervallate da momenti musicali e una canzone di chiusura. I testi letti sono classici della letteratura di diversi periodi, dall’antica Grecia al XXI secolo. Il filo conduttore della performance è l’uso delle pozioni magiche nelle vicende letterarie. È prevista una forte interazione con il pubblico attraverso un particolare oggetto di scena: fiale contenti polveri o soluzioni che prendono i nomi e le caratteristiche da quelli citati nelle letture. Il pubblico è chiamato a scegliere di quale pozione desidera ascoltare la storia, quindi lo svolgersi dello spettacolo non ha un ordine fissato, ma è costruito attraverso l’interazione col pubblico. La proposta delle letture è quindi più vasta rispetto al numero di quelle effettivamente eseguite, così da lasciare una vera possibilità di scelta al pubblico e proporre tre eventi non identici tra loro.
I testi da cui sono tratte le letture sono: Seneca, Medea; Omero, Odissea, Libro X; Apollonio Rodio, Argonautiche, Libro III; W. Shakespeare, Romeo e Giulietta; W. Shakespeare, Sogno di una notte di mezza estate; W. Shakespeare, Macbeth; Plutarco, Vita di Antonio; A. Dumas, La regina Margot; L. Carroll, Alice nel paese delle meraviglie; H. C. Andersen, La sirenetta; R. L. Stevenson, Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hide; R. Dahl, Le streghe; J. K. Rowling, Harry Potter; Boccaccio, Decamerone; R. Dahl, La magica medicina; P. Suskind, Il profumo; Orazio, Epodi; Catullo, Poesie; G. Basile, Lo cunto de li cunti; J. Bedier, Il romanzo di Tristano e Isotta; M. Z. Bradley, Le nebbie di Avalon; Umberto Eco, Il nome della rosa; M. M. Boiardo, Orlando innamorato; E. Malizia, Ricettario delle streghe; N. Machiavelli, La mandragola.

Previous postLINGUE E VIAGGIO Next postGIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA 2018. VELO IN MANO | LIBERTÀ