copertina1
novembre 2014
DICEMBRE 2013
NOVEMBRE 2013
Dicembre 2012
novembre 2012
DICEMBRE 2011
NOVEMBRE 2011

h 21:30    Concerto
L’Associazione Culturale Firenze Suona e Le Murate Caffè Letterario, all’interno della rassegna Firenze Suona Estate 2018, presentano:

GIORGIA DEL MESE

Giorgia del Mese è una giovane cantautrice salernitana. Nel corso della sua carriera ha all’attivo partecipazioni a manifestazioni prestigiose quali il premio Premio Tenco, Mei d’Autore, SanremoLab, Biella Festival, Bianca d’Aponte, Musicultura, Tenco Ascolta nei quali ottiene ottimi riscontri da parte del pubblico e della critica. È vincitrice del Premio Personalità Artistica al Premio Poggiobustone (2007), Tra Musica e Parole (2009, direttore artistico Enrico De Angelis) e del premio migliore interpretazione al Premio Bindi (2010).

Vanta numerose collaborazioni con artisti di spicco tra i quali  Enzo Miceli (già produttore di Daniele Silvestri),  Paolo Benvegnù, Luciano Ligabue, Mauro Pagani, Paolo Benvegnù, Alessio Lega, Alberto Mariotti (King of the Opera), Fausto Mesolella, Andrea Franchi (Paolo Benvegnu’, Marco Parente, Alessandro Fiori).

Durante la sua carriera ha presentato i suoi dischi nei principali palchi italiani, tra i quali il Teatro Verdi (Firenze), Teatro Masini (Faenza), Teatro Trianon (Napoli), Teatro Everest (Firenze), Teatro Ariston (Sanremo).

Su di lei dicono:

“È un cantautorato che conserva schemi classici, dagli anni 60 ai 90, pur non negandosi venature sintetiche e accessibili aperture pop-rock, quello di Giorgia del Mese, al secondo album dopo Sto bene del 2011?. Elena Raugei sul “Mucchio”

“Giorgia Del Mese, il fascino «indie» di una voce (..) l’ascolto non solo conferma i positivi giudizi già espressi, ma registra un ulteriore e lungo passo in avanti compiuto da questa artista”. Luciano Del Sette su “Il Manifesto”

“Melodia ed energia, rock e cantautorato, una voce mascolina che in certi frangenti ricorda quasi la Mia Martini più ruvida (decontestualizzata, va da sé) ma soprattutto testi: un flusso inarrestabile, profondo e perfettamente regolamentato”. Fabrizio Zampighi su “Sentire ascoltare”

https://www.facebook.com/giorgia.delmese
https://www.giorgiadelmese.it/
https://www.youtube.com/watch?v=c2awdzfgJ8Q

Previous postLA RADICE QUADRATA DEL CIELO - Alberto Blanco Next postI' CINEMINO: ALIENS. SCONTRO FINALE