copertina1
novembre 2014
DICEMBRE 2013
NOVEMBRE 2013
Dicembre 2012
novembre 2012
DICEMBRE 2011
NOVEMBRE 2011

h 19:00 Inaugurazione & Performance

BEYOND THE MOOD

Francesco Birardi | chitarra e voce
Sylvia Zanotto | poesia danza

Aurora Maletik invita il pubblico a visionare la selezione delle sue opere accompagnata da improvvisazioni artistiche ispirate alla sua fotografia onirica.
“Vi sono, colti in una fotografia sapientemente ordita, una vecchia stanza marcata dalla muffa del tempo e una finestra dai cardini rugginosi chiusa da una specie di grata e aperta verso l’interno… Ora la superficie polverosa del vetro della finestra – uno specchio offuscato, un’idea di spazio profondo che sembra catturare l’anima per liberarla in remote lontananze – prende a riflettere un sembiante femminile fotografato in un’atmosfera di languore: forse lei, Aurora Maletik, apparenza colta in un fotogramma o un’idea che l’artista ha di sé. Bacon, grande pittore esistenzialista le cui scontorte/stravolte figure appaiono ispirate a ‘foto venute mosse’, convinto che spesso “le fotografie siano molto più interessanti della pittura astratta o della pittura figurativa”, è dell’idea che oggi “il nostro senso dell’apparenza sia costantemente assalito dalla fotografia e dal cinema”. Appunto, come in una fotografia mossa o in un ritaglio di pellicola da film, l’immagine che potrebbe dirsi autobiografica della Maletik si offre alla poca luce filtrante dalle sbarre verso un vetro fatto specchio rivelatore. Poi, distogliendo un po’ il viso, ecco che lei, fra intenta e abbandonata, volge lo sguardo di lato. Ma cosa guarda, un pensiero segreto e felice, un dolore nascosto e inobliato, un desiderio sfuggente, un abisso che la guarda…?” (Stefano Lanuzza, Firenze, 24 maggio 2018)
Aurora Maletik vive in Puglia. Ha origini croate con influenze iberiche, un mix di etnie che hanno influenzato il suo stile mitteleuropeo. La grande passione per le arti visive ha portato la Maletik ad affinare il suo gusto estetico nella foto d’arte, in uno stile narrativo e filmico ricercato e in continua evoluzione. Predilige il bianco e nero, ma spesso si lascia rapire dalle esplosioni di colore che rendono le sue opere quasi vive. Sin dalla tenera età, ha cominciato a fotografare soggetti femminili, creando scenografie e travestimenti, dipingendo per loro con la luce. La passione per il cinema, evocata nei suoi fotogrammi, è filtrata dal suo mondo onirico, in cui ama inoltrarsi, assecondando il desiderio di fuga dal quotidiano per essere sempre altrove. Spesso si ritrova a essere lei stessa protagonista delle sue opere fotografiche e a fare di questa incessante ricerca lo scopo e l’impegno di tutta una vita consacrata alla bellezza e all’arte. La sua intensa attività artistica spazia dalle personali di fotografia a progetti più complessi come cortometraggi, fumetti, campagne pubblicitarie (Fuorisalone – Fiera di Milano). Riconoscimenti nazionali e internazionali (Biennale Internazionale d’Arte del Mediterraneo – Palermo; Premio Internazionale Arte con il Premio della Critica – Milano; Premio Internazionale Arte – Berlino) non sono altro che una puntuale conferma della sua valenza di artista versatile e poliedrica.

Dal 05 giugno 2018
Con il patrocinio del Comune di Firenze
Racconto fotografico, sequenza d’immagini in cui l’autrice interpreta la sua idea di femminile, itinerante, sognante, fuori dalla realtà. Immagini intimiste, scatti glamour, scenari onirici. Aurora Maletik snoda la sua realtà romanzesca attraverso lo specchio, moltiplicatore di emozioni e suggestioni.

Previous postL'ARTE DI ESISTERE CONTRO I FATTI Next postPERFIDIA QUARTET