copertina1
novembre 2014
DICEMBRE 2013
NOVEMBRE 2013
Dicembre 2012
novembre 2012
DICEMBRE 2011
NOVEMBRE 2011

A cura del Circolo PD 2 Santa Croce – Ciompi per la serie ÆSSENZA DEMOCRATICA

SMOKE

Un film di Wayne Wang, Paul Auster. Con Harvey Keitel, William Hurt, Forest Whitaker, Stockard Channing, Ashley Judd – USA – 1995 – 100’.

 

«Se stai per morire, cosa è più importante, un buon libro o una buona fumata?»

(Paul (William Hurt) a Rashid (Harold Perrineau Jr.), in riferimento alla vicenda di Bachtin)

Scritto e co-diretto da Paul Auster e basato su un racconto di quest’ultimo, Il racconto di Natale di Auggie Wren, pubblicato sul New York Times nel 1990, “Smoke” è un film di parole (e di fumo: tutti i personaggi stanno sempre fumando qualcosa), dove per una volta vale più lo scrittore del regista. Paul Auster, scrittore americano di grande talento, dimostra che la qualità vera, l’intelligenza, il talento recitativo, valgono sempre, e moltissimo. Per lunghe sequenze i due protagonisti raccontano a macchina ferma sul primo piano. Gli ultimi cinque minuti, che visualizzano il racconto natalizio di Keitel, possono entrare nella leggenda del cinema.

Premiato al Festival di Berlino con l’orso d’argento. Paul Benjamin (William Hurt) è uno scrittore che ha perso la giovane moglie, incinta. Auggie Wren, (Harvey Keitel) un tabaccaio di Brooklyn. Nella sua tabaccheria passa il mondo, per lo più poveracci. Mentre Paul dà asilo a un giovane nero in cerca di un padre mai visto, Auggie affronta una drogata che forse è sua figlia. Nel frattempo si racconta: vicende nella vicenda, pure parole. Auggie ha riempito decine di album della stessa fotografia. Da oltre dieci anni, alle otto del mattino, nella stessa posizione, fotografa l’incrocio davanti al suo negozio, col caldo, col freddo, con tanta gente diversa. Casualmente viene inquadrata anche la moglie dello scrittore, che si commuove fino a piangere. Il “New York Times” commissiona a Paul il racconto di Natale, è una grande occasione per lui, ma non ha l’ispirazione. È Harvey che lo aiuta, raccontandogli una storia straordinaria, di un certo natale di molti anni prima.

Previous postC'ERA TRE VOLTE MARCOVALDO di e con Massimo Di Micco -Ensemble Editore 2018 Next postFORRÒ BRASILIANO con i PE NO CHAO