novembre 2014
OTTOBRE 2014
SETTEMBRE 2014
LUGLIO
giugno
MAGGIO
APRILE
MARZO 2014
FEBBRAIO 2014
GENNAIO 2014
DICEMBRE 2013
NOVEMBRE 2013
OTTOBRE 2013
SETTEMBRE 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
MAGGIO 2012
APRILE 2012
MARZO 2012
FEBBRAIO 2012
GENNAIO 2012
DICEMBRE 2011
NOVEMBRE 2011

Foto&Foto

a cura di Elda Torres

3. RÉALITÉS by Catherine de Zagon

Immagini del Vietnam, realizzate nel 2007: persone, mercati, cibi, stili di vita di un paese esotico provato negli anni sessanta e settanta da una guerra lunga e devastante.
Tutto può essere reso interessante dall’occhio fotografico, il più banale oggetto quotidiano, ogni forma persino inconsistente come quella di un’ombra o di una piega può rivelare aspetti inconsueti e misteriosi ignoti allo sguardo comune. Con un procedimento inverso la fotografia rende familiare l’esotico e nessuno tra i fotografi si sottrae all’attrazione di testimoniare le realtà osservate durante un viaggio. Cartier-Bresson dalla Cina riporta foto di cinesi, un’ovvietà all’apparenza, in realtà l’immagine fotografica constata, ferma cioè il momento che è destinato a essere velocemente sostituito dal tempo che tutto trasforma.  Nelle realtà osservate in Vietnam da Catherine de Zagon è escluso ogni elemento turistico o puramente estetico come quello degli antichi edifici. Il suo interesse va invece alle persone e agli aspetti della vita quotidiana: piccole case di pescatori a Halong Bay o fatte di latta sul delta del Mekong; donne nel villaggio agricolo vicino a Hoi-An dove giovani e vecchie coltivano la terra; scorci di mercati a  Ha Phong o di piccoli ristori ove si cucina ai bordi delle strade nell’antica città di Hoi An. L’attenzione della fotografa si dirige dunque verso gli aspetti più comuni, spinta da un intento di tipo etnologico mentre incalza la modernità che tutto travolge come accade a Ho Chi Minh, la vecchia Saigon. La città più grande del paese ci riporta infatti a una realtà metropolitana e alla pervasiva modernità occidentalizzata: il negozio di Louis Vuitton sullo sfondo in una strada piena di traffico.  Testimoniati anche i passaggi intermedi  tra passato e futuro: su uno scooter una mucca è trasportata sul predellino posteriore o viaggia l’intera famiglia di quattro persone. Ne risulta uno studio, un documento antropologico ed etnografico di grande interesse.
In proiezione Dia, immagini di altre serie su feste popolari.

Catherine de Zagon, nata a New York, è cresciuta a Firenze dove ha frequentato l’Istituto d’Arte. Ha vissuto in seguito a Parigi, Los Angeles, New York, Bruxelles. Di formazione internazionale è restata molto legata all’ambiente e alla cultura fiorentina e toscana. Tra i suoi interessi oltre alla fotografia ci sono la cucina e la moda.  Attualmente vive in Abruzzo dove lavora nella moda.
Mostre di fotografia:  “HOME” a cura di Meredith McNeal, Corridor Gallery - Brooklyn  NY, 09-11/2014; “PROVISIONS” Nathan  Cummings Foundation - New York NY, 11/2010 - 01/2011; “ITALIANA” St. Josephs College Gallery - Brooklyn NY,  03-04/2011.
Pubblicazioni:  The challenged Foodie, 2012; Sardenia, Tales and Recipes, 2010;  The Socialist Republic of Vietnam, 2008.
Numerose le presenze sui media e sulla stampa internazionale sulla sua attività di cucina creativa, tra queste: The Best food I ever Ate – The Food Network, December 2010 “with Fruit” hosted by Ted Allen. Telegiornale–TG5, June 2010 Interview by C. Marchionni, “NY for Abruzzo: raising funds to rebuild  schools.” Anthropology, “Trust” an interview with Catherine de Zagon & François Louy The Discovery Channel, Winter 2009, “Super City: New York City- C. de Zagon”. SKY Tv Italia, 2006 “Inside New York”.
Tanti gli articoli sulla stampa in Usa, comparsi su  New York Magazine, The New Yorker, The New York Times e molte altre testate. Articoli su di lei sono comparsi sulla stampa italiana ed europea, ma anche in Brasile, Giappone, Australia.