novembre 2014
OTTOBRE 2014
SETTEMBRE 2014
LUGLIO
giugno
MAGGIO
APRILE
MARZO 2014
FEBBRAIO 2014
GENNAIO 2014
DICEMBRE 2013
NOVEMBRE 2013
OTTOBRE 2013
SETTEMBRE 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
MAGGIO 2012
APRILE 2012
MARZO 2012
FEBBRAIO 2012
GENNAIO 2012
DICEMBRE 2011
NOVEMBRE 2011

Nella Galleria del Caffè Letterario

FOTO&FOTO

A cura di Elda Torres

Dal 10 al 31 gennaio 2015 con vernissage il 10 gennaio alle ore18:00

4. GIOVANNI NARDINI – PARIGI: UNO SGUARDO UMANISTA

Molto suggestive le ventisette immagini in b/n del viareggino Giovanni Nardini che ritrae le strade della capitale francese e di altre grandi città europee. L’ uso del b/n è prediletto dal fotografo che lo utilizza anche negli altri suoi reportage. L’autore quanto a soggetti aderisce sia alla Street Photography che alla Fotografia Umanista, perché il suo interesse va sia alle prospettive – geometrie, spaziature e architetture delle vie – che alla figura umana. L’azione del fotografo umanista è quella di cogliere le figure in movimento naturale, di restituire l’immagine per come è colta dall’occhio con uno sguardo come in un lampo, senza escludere nulla. È quello che fa Nardini quando ritrae le figure umane, mentre molto più costruita sembra la sua immagine che ha per soggetto gli spazi architettonici dove gli equilibri prospettici sono del tutto studiati. I suoi reportage su spazi e mestieri antichi testimoniano l’interesse etico e sociale alla base della sua ricerca.