novembre 2014
OTTOBRE 2014
SETTEMBRE 2014
LUGLIO
giugno
MAGGIO
APRILE
MARZO 2014
FEBBRAIO 2014
GENNAIO 2014
DICEMBRE 2013
NOVEMBRE 2013
OTTOBRE 2013
SETTEMBRE 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
MAGGIO 2012
APRILE 2012
MARZO 2012
FEBBRAIO 2012
GENNAIO 2012
DICEMBRE 2011
NOVEMBRE 2011

Dal   5 giungo al 14 giugno

FOTO & FOTO

A cura di Elda Torres  settembre 2014-settembre 2015

8. VISITE DI FOGLIE BY ESP – ELENA SALVINI PIERALLINI E PIERANGELO PIERALLINI

Inaugurazione 5 giugno h 16:00

Le foglie, tema di Esercizi sulla fragilità, libro d’arte di Elena Salvini Pierallini (ESP), ritornano in questa mostra. Le foglie cadute dagli alberi e in teoria già morte, sono invece dotate di una vitalità anche nel processo di decadimento, nelle volute del loro accartocciarsi, nell’evolversi dei colori e del tessuto che diventa scarno e infine si sgretola. Ulteriore variante dell’interesse verso il senso del “tempo” e della “memoria” che l’artista qui tratta nell’ambito della materia naturale dopo averlo trattato in accezione storica e collettiva, ma anche intima e personale.
A questa mostra partecipa anche suo marito Pierangelo con alcune opere, sempre di fotografia, che da un lato in comune hanno il tema delle foglie, per altri versi se ne differenziano. Nelle immagini di ESP sono basilari elementi quali la composizione dell’immagine, la compresenza di elementi diversi oltre alle foglie, il rapporto tra i colori. L’architettura dell’immagine risulta studiata anche se lo scatto può apparire immediato: volute che ricordano linee barocche o lo sfondo geometrico in contrasto con l’oggetto rappresentato in primo piano o il sapiente dosaggio dei chiari e degli scuri. Nelle immagini di Pierangelo Pierallini la preminenza è sulla leggerezza, sul colore dei tracciati in trasparenza con il disegno evidenziato delle linee delle nervature. Ogni foglia risulta ammirabile e meravigliosa, e desta quasi stupore tanto è perfetta l’architettura della natura anche nel tessuto di una semplice foglia. Non ci sono elementi collaterali, solo la foglia in natura o parti di essa come viste con una lente di ingrandimento.

Corposo il curriculum di E.S.P., presente sulla scena artistica attraverso varie fasi di ricerca sin dagli anni Cinquanta. Tra le tante edizioni è anche tra gli autori del volume a cura di Elémire Zolla e Marina Maymone Siniscalchi: Bosco Sacro. Percorsi iniziatici nell’immaginario artistico e letterario, Bastogi Editore 1992. Tra le tantissime mostre: Bosco Sacro domestico, a cura di E.Torres, Auditorium S. Michele, Giornata Amaci dell’arte contemporanea 2014: http://www.amaci.org/gdc/decima-edizione/elena-salvini-pierallini-bosco-sacro-domestico; Madre, matrigna e amante tradita in EcoArtFestival, a cura di E.Torres  Volterra, 2008; EEA21, Ecology Earth, Primavera Italiana in Giappone, a cura di Yokozawa e E.Torres, Museum Modern Art Saitama, Tokyo, 2007;  Borse Nere, Biblioteca di Scandicci 2007, Istituto degli Innocenti, Firenze, 2008; ESP Finestre sull’assurdo, Antologica, Palazzo Panciatichi, Firenze 2003;  In attesa taglio, a cura di Alessandra Borsetti Venier, Minimum Spazio d’Arte, 1998.
Pierangelo Pierallini da sempre si è dedicato al disegno, ad altre tecniche pittoriche e alla fotografia.